Sono arrivata ad un momento in cui mi rendo conto di aver perso tutto per un attimo, di avere quel troppo tempo, che prima non avevo, e di non sapere cosa farmene.

Quelle giornate in cui mi sveglio e la prima cosa che penso è che per fortuna c’è qualcun altro che spera al posto mio che tutta questa routine passi.

Quelle sere in cui mi lascio travolgere dalla mestizia dei miei pensieri e ci finisco dentro fino a toccare il fondo.

Quelle notti passate a combattere con Morfeo per non lasciare che mi porti a ripercorrere tutti i momenti felici che non rivivrò per ancora molto tempo.

Poi do inizio alle danze, sempre le solite: mi alzo senza essere ancora sveglia, studio senza capirci niente, vado a letto senza dormire e mi lascio trascinare da quelle sensazioni che sono ben lontana dalla felicità e dalla spensieratezza.

Ed è così devastante avere sempre le stesse sensazioni nei confronti della vita.

Sentire che mi manca quel piccolo scalino per arrivare in cima alla felicità, quel posto che avrebbe potuto cambiare tutto.

Inizio a domandarmi quando e se ci ritornerò, cerco risposte alle mie domande ma l’unica certezza che ho è che fino a quando il mondo non smetterà di avercela con noi, non riempirò quel vuoto.

Mi aggrappo a sensazioni e a momenti vissuti nel mio posto felice, quello che avevo trovato finalmente dopo anni, e che mi hanno strappato con tutta la prepotenza.

Senza preavviso mi sono ritrovata con una ferita a cuore aperto e a dovermi fronteggiare con un mondo all’interno del quale non avrei più avuto uno spazio dove essere me stessa.

Sento che l’unica cosa che mi fa andare avanti è la speranza che prima o poi finirà tutto questo deprimente allontanamento dalla vita.

Lucia Lusito

Allieva Corso teatrale Teen


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.